Mai fatto prima

Alessandra Brusegan #15JobsChallenge

“Fare cose che non ho mai fatto prima.” Ecco, ne ho fatta un’altra!

La settimana scorsa ho realizzato la grafica di 2 volantini utili al mio Job #5: 2 progetti grafici diversi che, per la prima volta in vita mia, ho ideato, progettato e anche creato.

Non è stato fornito nessun testo alternativo per questa immagine

Sì, la mia prima volta! Finora ho sempre e solo realizzato degli schizzi, dei semplici mockup di come avrei voluto il materiale promozionale per i progetti di comunicazione dei miei clienti.. È vero che definivo io il soggetto e il tono, scrivevo i contenuti, davo indicazioni su colori, immagini e stile in generale ma la parte grafica, quella di predisposizione del famigerato file da stampare.., no, non l’ho mai fatta!! Per tante ragioni: non ho il programma più adatto, non ho la formazione, non ho abbonamenti a siti di foto/grafiche, non conosco le tecniche e poi credevo che fosse una cosa che non sapevo fare.

Ho sempre creduto che fosse una cosa da grafici, da tecnici, da esperti. Non una cosa per me.

E invece questa volta ho detto che ci avrei pensato io! Non avevo idea di come ci sarei riuscita, sapevo che sarebbe stata un’impresa complessa, anche perché non avevo la soluzione per alcuni aspetti. Eppure non ho mai dubitato: sapevo che, in un modo o nell’altro, alla fine avrei completato il compito.

Mi è capitato, in passato, di perdermi d’animo e anche di piangere per le difficoltà che incontravo su alcuni progetti. Non ho mai mollato né, questo devo ammetterlo, ma che fatica trascinarmi fuori dalla sensazione di non farcela!!

Stavolta, invece, è stato diverso. Non ho mai pensato di non farcela: alla fine era solo una questione di strumenti: avevo le idee, avevo i contenuti, avevo la visione finale del lavoro, dovevo solo realizzarlo. E l’ho fatto, con power point, spremendo al massimo tutte le mie conoscenze e tutte le sue potenzialità.

E ho vinto ancora: ho ideato il progetto e ho attivato tutte le risorse utili per realizzarlo.

Ho tenuto la testa sul compito fino a quando non l’ho completato. 

Ho rispettato la strategia che avevo definito e mi sono brillantemente adattata ai cambi di rotta che ho dovuto prevedere.

Sono felice di come ho tenuto il timone dei miei pensieri anche quando mi sono sentita in difficoltà. Sono rimasta focalizzata sul fare, sul risolvere, sull’andare avanti e non mi sono persa d’animo.

E ho portato a termine il lavoro. 

Ma, ancora più importante, ho vinto contro i miei pregiudizi.

⇐⇐⇐LEGGI ARTICOLO PRECEDENTE ⇐⇐⇐

➜➜➜LEGGI ARTICOLO SUCCESSIVO ➜➜➜

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *