Lost in distribution

Alessandra Brusegan #15JobsChallenge

Ci ho messo un micro-istante a decidere di imbarcarmi nel #Job3.  E la ragione che mi ha convinto a iniziare non è affatto ragionevole, anzi!

Quando Silvano (il mio mentore in questo lavoro) mi ha raccontato il progetto, io non ho capito niente. Ha iniziato a parlare, velocissimo, diceva cose come GD, ruolo di sales, presales, distributori, rete di vendita, agenti plurimandatari, lead, provvigione, assortimento…

Per un istante ho pensato che mi stesse prendendo in giro, che stesse mettendo tutte quelle parole insieme apposta per farmi uno scherzo. Come dire: “Separiamo le particelle subatomiche poi le uniamo ai sincrotroni e grazie a dei fasci di ioni di piombo li trasformiamo in magneti superconduttori.”

Giuro, fa ridere ma è la verità.

Mentre parlava ho provato una fredda sensazione di disconnessione tra i miei pensieri logici e le mie sensazioni.

Da una parte, sentivo la mia corteccia prefrontale, qui davanti, lavorare incessantemente nel tentativo di trovare un senso a quelle parole. Conoscevo il significato di ogni termine ma non capivo come potessero – tutti insieme – creare una frase di senso compiuto. Come un software che cerca di codificare una password, la mia mente continuava ad abbinare quei concetti cercando nuove combinazioni con ciò che quelle parole richiamavano nella mia memoria. Riuscivo ad unire alcuni puntini, ma pochissimi, gli altri restavano fuori e la sensazione era di smarrimento: cosa dovevamo fare? contattare chi? in veste di cosa?

E dall’altra parte non sapevo se ridere o piangere, sentivo una sensazione di inadeguatezza e incompetenza mista a paura di fare brutta figura. 

È allora che ho capito che dovevo andare per quella strada.

"Se non ci capisco niente, wow, vuol dire che c’è un sacco da imparare."

Ed eccomi qui!! Il lavoro è vendere un nanomateriale, cioè un materiale che ha delle proprietà speciali che gli derivano da interventi chimici eseguiti sulle sue nanoparticelle.

Bisogna prima capire a chi può interessare e per quale ragione.. poi bisogna immaginare come arrivare a quelle persone, se farlo in modo diretto o tramite intermediari, se cercare agenti esterni o promuovere la vendita in modo diverso… ecc..!!

⇐⇐⇐LEGGI ARTICOLO PRECEDENTE ⇐⇐⇐

➜➜➜LEGGI ARTICOLO SUCCESSIVO ➜➜➜

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.